24 marzo 2010, Invito al VO-day

Invito al 

 

VO-day, 24 marzo 2010, ore 17 presso Area di Ricerca del CNR, v. Ugo La Malfa 153, Palermo

Il progetto Euro VO (Virtual Observatory) è un’iniziativa internazionale che ha come obiettivo l’accesso elettronico globale ad archivi di dati astronomici provenienti da osservatori sia a Terra che in orbita spaziale, con strumenti software di facile utilizzo. Al progetto partecipano attivamente ricercatori dell’Osservatorio Astronomico di Trieste e di altre strutture dell’Istituto Nazionale di astrofisica (INAF). Il progetto è di grande interesse per fini di ricerca scientifica, ma anche per i suoi risvolti applicativi in didattica e divulgazione della scienza e dell’astronomia in particolare.

 

Nell’ambito del progetto Euro VO, viene svolto un corso itinerante mirato a far conoscere strumenti software, disponibili pubblicamente, che consentono la ricerca di dati astronomici residenti in archivi remoti e il loro sfruttamento per i fini sopra indicati. In particolare, uno dei moduli del progetto ha come obiettivo la diffusione dei dati e del software EuroVO verso il pubblico,  principalmente studenti, insegnanti e appassionati di astronomia. A tale scopo, durante il VO-day, verranno proposti gratuitamente esempi, moduli didattici e software professionali semplificati che consentono di assaporare tutta l’emozione della ricerca scientifica anche a coloro che si avvicinano all’astronomia per la prima volta o che vogliono provare a fare “quattro passi tra le stelle”. Tutto il materiale didattico è stato pensato per gli insegnanti come ausilio per una presentazione più efficace dell’astronomia in ambito  scolastico, ma anche gli astrofili non mancheranno di apprezzare i software, sia per simulazioni del cielo notturno, utili nel corso di osservazioni sul campo o per la loro progettazione, sia per un accesso e una visualizzazione dei dati semplice ed intuitiva. La partecipazione alla sessione non-professionale del VO-day di Palermo è aperta a tutti gli interessati, previa registrazione che potrà avvenire inviando una E-mail all’indirizzo morale@astropa.inaf.it , entro il 21 marzo 2010, specificando nome, cognome e ruolo (insegnante, astrofilo, studente, ecc.). Saranno accolte tutte le registrazioni che perverranno in tempo utile, nei limiti di capienza della struttura ospitante.Per maggiori informazioni, si vedano le pagine disponibili ai seguenti indirizzi:

http://wwwas.oats.inaf.it/aida4you/

http://wwwas.oats.inaf.it/voday/

BEYOND 2009

25 Gennaio 2010

è disponibile on line il Convegno internazionale con cui si è concluso ufficialmente, a Padova, l’Anno Internazionale dell’Astronomia

A Padova, il 9 e 10 gennaio 2010, si è svolta la Cerimonia di Chiusura di IYA2009 – Anno Internazionale dell’Astronomia.

Un convegno internazionale che ha coinvolto 200 astronomi, storici della scienza, filosofi, diplomatici e rapppresentanti dell’industria per una riflessione a più voci su ciò che è stato IYA2009 in Italia e nel mondo e sulle prospettive future dell’Astrofisica dei prossimi decenni.

Il convegno, già trasmesso in streaming via web in tempo reale, è ora disponibile per intero sul sito ufficiale.

GALILEO, LE LUNE, IL CANNOCCHIALE

1 Gennaio 2010

a Padova, un convegno internazionale e una settimana di eventi speciali a tema per celebrare la Chiusura dell’Anno dell’Astronomia -IYA2009

Padova per qualche giorno sarà la capitale mondiale dell’Astronomia. Succederà il 9.e 10 gennaio 2010 quando si celebrerà la conclusione dell’Anno Internazionale dell’Astronomia, IYA2009. UNESCO, l’Unione Astronomica Internazionale, IAU, e l’Istituto Nazionale di Astrofisica, INAF, hanno chiamato a raccolta oltre 300 astronomi, storici della scienza, scienziati e autorità politiche e diplomatiche per la Cerimonia di Chiusura di questo fantastico anno, che ha visto svolgersi, in oltre 145 Paesi del mondo, la più grande operazione di divulgazione della scienza mai tentata.

La data della cerimonia di chiusura, 9 e 10 gennaio 2010, è stata scelta proprio perché ricorreranno in quei giorni esattamente quattrocento anni dalle prime fondamentali osservazioni di Giove effettuate da Galileo. Per ricordare quelle fatidiche notti di 400 anni fa sono state organizzate a Padova da INAF e Comune di Padova varie iniziative per coinvolgere anche il pubblico nel clima festoso della Chiusura dell’Anno Internazionale dell’Astronomia.

Dal 6 al 10 gennaio 2010 infatti, sotto il titolo comune “Galileo, le Lune ed il Cannocchiale”, si avrà la esposizione, in una suggestiva ambientazione al Centro Altinate, del cannocchiale originale di Galileo, che “torna” a Padova dopo 400 anni, accanto ad un roccia lunare prestata da NASA.

Spettacoli speciali e gratuiti al Planetario, dedicati a Galileo Galilei e visite “animate” da attori ed astronomi alla Specola, l’antico osservatorio Astronomico Padovano. Se il tempo lo permetterà poi, nelle notti del 7 e 10 gennaio si potrà osservare Giove ed i suoi satelliti, come fece Galileo, grazie ai telescopi messi a disposizione dai gruppi Astrofili. Un annullo filatelico è infine previsto per sabato 9 gennaio, sempre al Centro Altinate.

Informazioni, news ed aggiornamenti su www.galileo2010.it

Festival della Scienza a Palermo

Nato sette anni fa, il Festival della Scienza si è ormai imposto come uno dei più importanti appuntamenti per la divulgazione scientifica a livello internazionale. Oggi, nell’ottica di promuovere un’alleanza tra i Paesi affacciati sul Mare Nostrum in vista della Biennale del Mediterraneo in programma nel 2010, il Festival della Scienza propone una “prima edizione” a Palermo, città che con Genova ha da sempre in comune una solida tradizione di scambi culturali, commerciali ed economici. Qui, con il contributo della vivace comunità scientifica locale e delle tante realtà impegnate a valorizzare la divulgazione scientifica in ambito culturale, il Festival della Scienza e i suoi animatori mettono in piazza un’offerta multidisciplinare, delineando un percorso che si snoda attraverso “luoghi deputati” quali Palazzo Chiaramonte Steri, il Loggiato San Bartolomeo, il Complesso Monumentale di Sant’Anna, oltre a musei, laboratori e strutture di ricerca del territorio, e luoghi meno “accademici” come piazze, ristoranti ed enoteche.

L’obiettivo è coinvolgere una città che -così come Genova, dove il Festival è nato nel 2003- ha deciso di scommettere sul proprio futuro, aprendosi ad una visione che sposa ricerca, innovazione e turismo illuminato.

http://www.festivalscienza.it/site/Home/Palermo2009.html

28 novembre 2009 – La notte di Galileo

Una serata di osservazioni pubbliche dedicate al grande scienziato, da una proposta del Coordinamento Associazioni Astrofile Toscane. Si invitano tutte le associazioni ad organizzare serate osservative pubbliche. Scopriamo insieme i dettagli della superficie lunare per rivivere l’esperienza delle prime osservazioni al telescopio effettuate da Galileo 400 anni fa.
http://divulgazione.uai.it