Buon Anno (?)

di Aldo Gagliano

Buon Anno!

No, non nel senso di anno nuovo, ma di anno scolastico. Si è aperto il nuovo anno accademico e anche noi siamo pronti, insieme ai docenti e agli alunni ad affrontare nuovi viaggi “astronomici” con il Planetario digitale di Palermo.

A questo proposito chiediamo scusa in anticipo a quegli istituti che non potremo ospitare, ma siete proprio in tanti. Abbiamo naturalmente riconfermato le scuole che stanno seguendo un percorso formativo insieme al Planetario e ne abbiamo contattato molte altre, ma certamente non saremo in grado di essere dappertutto.

E’ comunque questo, per chi è interessato, il momento ideale per contattarci e vedere insieme di trovare “lo spazio” per concordare la nostra visita. Come trovarci lo sapete già, non è difficile!

C’è tanta carne al fuoco anche per il pubblico, con o senza il Planetario. Giorni (e serate) dedicate alla scienza e soprattutto all’astronomia, serate osservative, conferenze, ecc.ecc….

Seguiteci anche nel giornale del nostro partner, TvSpace.it, per sapere in anticipo cosa bolle in pentola.

Per ora, tanto per gradire, possiamo solo anticiparvi che probabilmente l’ultima settimana di ottobre faremo una grande escursione con il Planetario e con nuovi bellissimi filmati multimediali presso molti istituti scolastici di Sciacca (AG). Ma siamo ancora in fase organizzativa, presto notizie più certe.

Quindi a tutti gli studenti e a tutti i docenti, “buon anno” e date il meglio di voi stessi!

Ad aprile “Universo Semplice”, il Planetario digitale a Sciacca

(clicca per ingrandire)

Dal 26 al 28 aprile 2013, il Planetario digitale di Palermo, primo Planetario digitale fulldome itinerante in Italia, sarà presente a Sciacca per la fruizione del grande pubblico.

Voluto fortemente  da Daniele Cannizzaro, co-organizzatore dell’evento Sciacca-Art, insieme a tante altre manifestazioni di cultura ed arte, la Scienza e l’ Astronomia potranno essere di dominio pubblico per tutti, dai bambini agli ottantenni, in modo semplice, spettacolare ma rigidamente corretto.

Personalmente sono molto contento di questa opportunità. Infatti, in occasione della presentazione del mio libro “Mille miliardi di stelle” organizzata dalla mia amica e collega giornalista Santina Matalone nella città delle terme, ho potuto constatare un grande interesse verso la “Scienza dell’Universo”. Un grande trasporto non sufficientemente suffragato da altrettanti eventi sul tema. Per questa ragione spero con questa iniziativa di aprire una sorta di “porta d’ingresso” a favore della divulgazione scientifica astronomica in una città bellissima ma che non ha avuto sino ad oggi le stesse opportunità di fruizione della divulgazione pubblica, o come mi piace sempre dire “del racconto della scienza”. So che oltre al grande pubblico anche le istituzioni sono favorevoli in questo senso, pertanto speriamo di potere iniziare in modo costante un percorso che porti “a domicilio”  la cultura scientifica e l’astronomia ai bambini, ai ragazzi e alla gente tutta.

Il Planetario digitale è gestito dall’associazione no-profit Planetaria.it, fondata dall’ingegnere Giuseppe Ciprì e dal sottoscritto nell’anno 2008. Ad oggi conta oltre 60.000 visite/lezioni effettuate, centinaia di scuole pubbliche che hanno aderito al programma di formazione astronomica per i ragazzi, decine di fiere, manifestazioni e luoghi d’interesse in tutta Italia in cui il Planetario ha potuto “dare” la scienza astronomica al pubblico. Ma non sono i numeri che per noi contano: conta anche un solo bambino, ragazzo o anziano che per un istante abbia potuto ricordare e capire quale è la sua casa, il meraviglioso Universo di cui facciamo parte.